La metafora del contadino

Quanti di voi, almeno una volta nella vita, ha vissuto quella stramaledetta sensazione di frustrazione nel pensare che la propria vita sia ferma, da tempo, ad un punto fisso?!
Fai un breve riassunto della tua vita e ti trovi ferma o fermo lì, da anni.
A pensarci bene è quasi paradossale: cerchiamo con arroganza un qualche tipo di stabilità (economica, relazionale, etc), ma quando proviamo un qualche tipo di sensazione che si avvicini anche solo lontanamente a quella stabilità cosa facciamo?!
Ne siamo fortemente infastiditi.
Alcuni dicono che questa sia solo una sensazione e che, in realtà, tutto sta andando avanti. Per spiegare ciò ci si può appellare alla c.d. (inventata da me) metafora del contadino.
Il contadino ogni mattina si sveglia e per mesi non fa altro che seminare nel suo orto. Non può fare altro che seminare ed aspettare che i frutti del suo lavoro nascano. Questa metafora, a livello di principio, è necessaria per darsi un auto-conforto, ma non è sufficiente per tranquillizzarci del tutto perché così come il contadino teme il gelo, noi temiamo di non aver seminato abbastanza e che tutto possa andare in malora. Dubbi e paure affollano la nostra mente ed il nostro cuore: avremo un futuro? Tutti questi sacrifici saranno abbastanza?
Nessuno ha risposte.
Abbiate pazienza e il tempo le troverà.
Antonella

Una risposta a "La metafora del contadino"

Add yours

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

Instathinking

Pensieri istantanei su inchiostro digitale.

Sapere sociale

Informazioni e riflessioni dal mondo di un'assistente sociale. di Giulia Ghezzi

Satine

Scrivi. Conosci un altro modo per fregar la morte?

foto e pensieri sparsi

Liberi pensieri

Silenzio Fotografico

Fotografie che fanno rumore, in silenzio.

thegirlwhochasesthetram

Chasing trams, chasing dreams and other stuff

BieFfe Stories

Lasciati scrivere da un tratto di penna, come nel migliore dei romanzi

Le mie convinzioni

La vita che vorrei posso viverla se voglio e la scrittura è il mezzo per farlo.

La Mansarda

Come foste a casa vostra

SugarGirl

La storia di una giovane donna alle prese con diabete e paturnie, ispirazioni e sogni

L'aspirante scrittrice

Ogni pagina, un nuovo inizio

Mangiare bene a casa con Max

Cucina con gusto e semplicità

Informa

Geopolitica - Attualità - Economia - Analisi

Aule virtuali

Aggiornamento continuo dei 18 capitoli del libro: Paolo Ferrario, POLITICHE SOCIALI e SERVIZI. Metodi di analisi e regole istituzionali, Carocci Faber

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: